Stagione Concerti

La Stagione Sinfonica Un’Orchestra a Teatro nasce nel 2013 dalla collaborazione tra il Campus Internazionale di Musica e il Conservatorio di Musica Ottorino Respighi di Latina e rappresenta un modello inedito di sinergia tra una Istituzione pubblica di formazione e una Fondazione dedita alla diffusione della cultura musicale, il cui intento è quello di far conoscere dal vivo i grandi capolavori orchestrali di ogni tempo e di farlo ottimizzando i costi, testimoniando l’impegno e la dedizione di entrambi verso la cittadinanza di Latina.
È una sfida, un orgoglio, un investimento per i giovani e l’auspicio che non si perda l’arte e la tradizione culturale che hanno reso grande l’Italia agli occhi del mondo.
Il progetto ha una pluralità di obiettivi:
1) proporre capolavori musicali valorizzando anche quelli meno noti presso un largo pubblico;
2) fare dell’attività esecutiva un elemento del percorso formativo: sia per gli studenti che suonano che per quelli che ascoltano;
3) favorire l'ascolto dal vivo alle più ampie fasce di pubblico - in particolare quello giovanile.
L’Orchestra è formata da docenti del Conservatorio di Latina spesso in organico presso prestigiose orchestre Italiane (La Scala, Teatro dell’Opera, Santa Cecilia ecc.) ma anche professionisti esterni rigorosamente selezionati a cui vengono affiancati giovani tra i migliori diplomandi del Conservatorio, che accrescono il loro bagaglio formativo e si confrontano con l’esperienza esecutiva in un contesto professionale.
La collaborazione ha riverberi anche su altre iniziative: tutte le attività realizzate, infatti, sono state promosse con discreto successo, oltre che presso il pubblico abituale, nelle scuole di vario ordine e grado. Sono regolarmente seguite anche le “prove aperte”, precedute da un percorso di educazione all’ascolto gestito direttamente dal docente di educazione musicale dei singoli istituti coinvolti. 

Nel 2015 la Stagione Un’Orchestra a Teatro è stata riconosciuta “Buona Pratica in ambito culturale” con Determinazione n. G11578/29016 della Regione Lazio.