16 settembre 2020 - A. Cellacchi e F. Granata *dal vivo*

16 settembre ore 19 Circolo Cittadino Sante Palumbo
Andrea Cellacchi, fagotto
Francesco Granata, pianoforte

H. Dutilleux, Sarabande et Cortège
I. Eröd, Sonata "Milanese"
A. Piazzolla, Le Grand Tango
A. Tansman, Sonatine
A. Torriani, Divertimento su temi della "Lucia di Lammermoor" di Donizetti

Biglietto unico 10€

ANDREA CELLACCHI
Si impone a 18 anni all'attenzione internazionale vincendo il 1° Premio all'Aeolus International Competition di Düsseldorf e il 1° Premio al The Muri Competition 2016, primo italiano ad aggiudicarsi questi prestigiosi riconoscimenti. È inoltre vincitore del Premio Abbado 2015 e del 1° Premio nei Concorsi Internazionali di Fagotto "AudiMozart 2016", "G. Rossini" di Pesaro e "Città di Chieri". A 19 anni vince il posto di Primo Fagotto Solista nell'Orchestra del Konzerthaus di Berlino. Nel 2018 è risultato vincitore del 2° Premio all'Internationaler Instrumentalwettbewerb Markneukirchen e del 1° Premio all'International Fox-Gillet Competition 2018 organizzato dalla International Double Reed Society IDRS a Granada. Nello stesso anno è diventato Primo Fagotto Solista presso la Luzerner Sinfonieorchester. Nel 2019 , all'età di 22 anni, diventa Primo Fagotto presso l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino e vince il secondo premio, con primo non assegnato, presso il prestigioso Concorso Internazionale dell'ARD di Monaco.A 10 anni inizia lo studio del fagotto e a 16 si diploma con lode e menzione d'onore presso il Conservatorio di Musica "O. Respighi" di Latina. A 15 anni viene ammesso presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia sotto la guida del M° Francesco Bossone. Nel 2018 consegue il Master Music Performance presso l'Hochschule der Künste di Zurigo nella classe di Matthias Rácz, dove attualmente frequenta il Master Specialistico in solismo. 

FRANCESCO GRANATA
Nato a Milano nel 1998, si è diplomato in pianoforte nel 2016 con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale sotto la guida di Alfonso Chielli al Conservatorio "G.Verdi". Ha studiato inoltre composizione con Giuseppe Colardo e si è specializzato in musica da camera con Emanuela Piemonti. A soli 20 anni di età ha poi ottenuto il Diploma di Alto Perfezionamento in Pianoforte dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, sotto la guida di Benedetto Lupo.Si è inoltre perfezionato nell'esecuzione pianistica in numerose Master Class, in Italia e all'estero, tra gli altri con Giovanni Bellucci, Malcom Bilson, Andrea Lucchesini, Leonid Margarius, Alberto Nosè, Rolf Plagge, Roberto Plano, Pavel Gililov.Nel suo percorso, sin da giovanissimo, ha ottenuto riconoscimenti, risultando primo assoluto in numerosi concorsi esecutivi (Premio Tavella, Premio Crescendo di Firenze, Concorso della Società Umanitaria di Milano, Concorso Bramanti di Forte dei Marmi, Premio del Conservatorio di Milano, concorso tra tutte le classi dell'Internationale Sommerakademie del Mozarteum di Salisburgo) e nell'ottobre 2017 ha vinto, risultando primo classificato, la XXXIV edizione del Premio Venezia.A 8 anni ha fatto il suo primo concerto, e da allora si è più volte esibito in recital solistici, tenuti in gran parte delle regioni italiane e all'estero. In particolare, ha suonato, tra gli altri, per Agimus, Gioventù Musicale d'Italia - in quanto vincitore delle audizioni 2013 -, Società Umanitaria, Società del Quartetto di Milano, Società dei Concerti di Milano, Amici della Musica di Padova, Associazione Venezze di Rovigo, Circolo Culturale Bellunese, Fondazione Teatro la Fenice, Bologna Festival, Accademia Filarmonica di Bologna, Fazioli Concert Hall, Società dei Concerti di Trieste, Casa Menotti di Spoleto, Associazione Auditorium di Trani, Amici della musica di Firenze, Pordenone Music Festival, fondazione Bruschi di Arezzo, Accademia Filarmonica Romana, fondazione William Walton di Ischia, Musée Debussy e Istituto Italiano di Cultura a Parigi, festival "Lisztomanias" di Chateauroux, MG Concerts di Bruxelles, Mehli Metha Music Foundation a Mumbai.Ad appena 12 anni, è stato unico ospite in una puntata della trasmissione "Il pianista" (condotta da Luca Ciammarughi) a lui dedicata su Radio Classica e, nello stesso periodo, ha partecipato come ospite nella trasmissione televisiva di RAI3 "Il Granconcerto".Parallelamente al repertorio solistico, ha collaborato in diverse formazioni di musica da camera, in particolare in duo con la violinista Margherita Miramonti (con la quale ha suonato numerose volte in Italia e Austria), con il fagottista Andrea Cellacchi (con cui ha suonato più volte per la Gioventù Musicale Italiana e per la Jeunesse catalana) e in trio. Nel giugno 2019, in occasione dell'esordio dell'orchestra "La Fil Filarmonica di Milano", ha collaborato e suonato con alcune delle Prime Parti delle più prestigiose orchestre italiane, in particolare in duo con Carlo Maria Parazzoli, e in quartetto insieme anche con Roberto Tarenzi e Francesco Parazzoli, e nell'ottobre dello stesso anno con il violoncellista Jan Vogler.E' inoltre stato numerose volte solista con orchestra, debuttando per la prima volta a soli 13 anni con il KV 595 di Mozart insieme all'orchestra sinfonica del Conservatorio di Milano, e poi in particolare negli anni successivi con l'Orchestra UniMi, la "Dokuz Eyul" University Symphony Orchestra al Festival di Mezza Estate di Tagliacozzo, Roma Sinfonietta, i pomeriggi Musicali di Milano e l'orchestra del Teatro la Fenice di Venezia, collaborando con direttori come Stefano Ligoratti, Michele Spotti e Jonathan Webb. Nel 2015 ha registrato il Terzo Concerto di Beethoven su DVD presso i Limenmusic studios nella versione per pianoforte e quintetto d'archi di Lachner, mentre nell'aprile 2018 è uscito il suo primo CD, con esecuzioni di Mozart, Beethoven, Brahms e Debussy, allegato alla rivista "Suonare news" ed inserito nella CIDIM Collection.